Abbiamo appena cambiato il fuso orario ed è facile pensare a quante cose in cui si crede sia il risultato di convenzioni. Il tempo è una convenzione, il confine tra un Paese e un’altro è una convenzione. Il linguaggio è una convenzione.

Le convenzioni esistono solo nella mente di chi li accetta. Non sono “reali”, rispecchiano invece le convinzioni di chi le fa proprie. Pur non esistendo fuori dalla tua mente la condizionano in modi importanti ed estesi. Quando vuoi crescere impari a metterle in discussione, a rendere flessibili i margini sui quali sono costruite. Se la convenzione ha infatti cornici sottili ti è più facile muoverti anche fuori di essa.

Come dicevo di recente ad un amico durante una cena: si può essere leader o follower. Se sei leader cercherai il cambiamento sulla base del desiderio di crescere, se sei follower cercherai il cambiamento come bisogno di aderire ai cambiamenti promossi dai tuoi leader di riferimento.

Qualunque sia la tua preferenza tra le due prospettive appena citate, accetta di cambiare.

Liberati dei pesi e delle finte sicurezze, esplora, espandi (esci dal) la tua area di comfort fino a sentirti bene in più contesti possibili e con più convenzioni possibili.

Guarda questo video e fallo tuo.

Il tuo nuovo “te stesso” ti aspetta.

 

Commenti